L'Argentina di origine italiana

15-02-2018 | Italiani in Argentina

L’Ambasciatore Giuseppe Manzo: fermo impegno a lavorare insieme alla collettività e al Sistema Italia in Argentina

Durante un incontro che si è tenuto presso l’IIC, il diplomatico che ha appena iniziato le sue attività come titolare dell’Ambasciata d’Italia a Buenos Aires, ha sottolineato che il contributo degli studenti dell’Università di Bologna e operatori del Servizio Civile ai quali si è rivolto, contribuisce a rinnovare e consolidare i rapporti bilaterali.

Il nuovo Ambasciatore d’Italia a Buenos Aires ha iniziato oggi le sue attività ufficiali incontrando nella sede dell’Istituto Italiano di Cultura un gruppo di 13 giovani operatori del Servizio Civile Italiano, che  svolgono le loro attività di assistenza sociale nella Provincia di Buenos Aires. L’Ambasciatore Manzo ha salutato inoltre un gruppo di studenti del corso universitari di Scienze Politiche ed Economia, presso la sede locale dell’Università di Bologna, cominciato questa settimana.

Durante l’incontro l’Amb. Manzo ha affermato che argentini e italiani più che amici sono popoli fratelli, e rivolgendosi ai giovani studenti e operatori, ha detto che grazie al loro contributo, tale rapporto speciale si rinnova e si consolida.

Il nuovo Ambasciatore d’Italia a Buenos Aires ha colto l’occasione per rivolgere un saluto alla collettività italiana in Argentina, manifestando l’impegno a lavorare insieme, anche col Sistema Italia che opera nel Paese, per rinnovare ogni giorno la straordinaria e unica tradizione di convivenza e collaborazione che contraddistingue i rapporti tra i due Paesi.

Questa mattina l’Ambasciatore Giuseppe Manzo era stato accolto dal Ministro di Relazioni Estere e Culti dell’Argentina, Jorge Faurie, per la presentazione della copia delle sue carte credenziali.

Nella fotografia, l'Ambasciatore Giuseppe Manzo in mezzo ai giovani, studenti dell'Unibo e operatori del Servizio Civile

Envie sus

Ingrese codigo de seguridad: