L'Argentina di origine italiana

21-12-2018 | Attualitá

Marco Basti eletto presidente della Dante di Buenos Aires

Fondata nel 1896, l’Associazione Dante Alighieri di Buenos Aires - 4 sedi, tremila alunni, una biblioteca di 30mila volumi - storicamente viene considerata il più importante tra i quasi 500 Comitati della Dante in Italia e all’estero. Nel mese di luglio si farà a Buenos Aires il Congresso Internazionale della Società Dante Alighieri, una grande occasione per il rilancio, ha detto il neo-presidente, direttore della TRIBUNA ITALIANA.
L'Associazione Dante Alighieri di Buenos Aires ha eletto Marco Basti nuovo presidente di quello che storicamente è ritenuto il più importante tra i quasi cinquecento Comitati della Dante presenti in Italia e all'estero.  
L’elezione della Giunta Esecutiva della Dante di Buenos Aires presieduta da Basti, direttore della nostra TRIBUNA ITALIANA, è avvenuta lo scorso lunedì 17, a conclusione della prima riunione del nuovo Consiglio Direttivo eletto dall’assemblea generale del 12 dicembre.
Questi i componenti la Giunta Esecutiva, che accompagneranno il presidente Marcos Juan Basti: notaio Gustavo Badino (vicepresidente); avv. Daniel Falck (segretario);  sig. Luigi Provenzani, tesoriere; dott. Dante Ruscica, diffusione biblioteca; lic. Andrea Paola Chiappella, vicesegretario; ing. Luciano Valgiusti, vicetesoriere.
La Dante Alighieri di Buenos Aires fu fondata nel 1896. Nelle sue quattro sedi nella Città di Buenos Aires (centro, in via Tucumán, Barracas, Belgrano e Flores) oltre tremila alunni frequentano ogni i corsi di lingua e cultura italiana. In un altro palazzo, su via Rodríguez Peña, ha una biblioteca di trentamila volumi, probabilmente la più ricca di volumi in italiano di tutta l’America Latina e tra le principali fuori d’Italia.
La Dante di Buenos Aires è l'ente gestore dell'accordo pluriennale tra il Consolato generale d'Italia in Buenos Aires e il Governo della Città di Buenos Aires. In base a tale accordo viene insegnato l’italiano in una settantina di scuole pubbliche primarie del governo della Città.  
Nell'accettare l'incarico Basti, 61 anni, giornalista (è direttore della Tribuna Italiana di Buenos Aires) ha sottolineato che la Dante di Buenos Aires si appoggerà alle sue due grandi risorse: il prestigio guadagnato in oltre un secolo di attività di insegnamento e diffusione della lingua e la cultura italiana, e la capacità, la dedizione  e il senso di appartenenza del suo personale.
Basti, che subentra alla Prof.ssa Maria Esther Badin, ha ricordato che la Dante di Buenos Aires e in genere tutti quanti operano nel settore della diffusione culturale italiana, avranno nel 2019 un’occasione eccezionale per dare una nuova spinta all’interesse sempre presente nella società locale per la lingua di Dante.
Infatti, nel mese di luglio, dal 18 al 20, Buenos Aires ospiterà il Congresso internazionale della Società Dante Alighieri, che per la prima volta si terrà  fuori d'Italia.
Sarà un grande evento e un momento eccezionale di incontro, di riflessione e di proposte sulla lingua italiana, sulla cultura del Bel Paese e sull’italicità presente in modo eccezionale nella società locale.
Marco Basti entrò nel Consiglio Direttivo della Dante Alighieri di Buenos Aires durante la presidenza del compianto Emilio Petriella. Ed è stato vicepresidente tra il 2012 e luglio di 2016 durante la presidenza di Mario Orlando. Nel 2015 partecipò a Milano all’82mo Congresso Internazionale della Società Dante Alighieri che si tenne a Milano e che designó Buenos Aires sede del Congresso che si terrà l’anno venturo. Nel mese di febbraio del 2016, fu l’incaricato di dare il benvenuto al Presidente del Consiglio Matteo Renzi, che, in occasione del suo viaggio in Argentina, visitò la sede della Dante Alighieri di Buenos Aires.
Alle nuove autorità della Dante di Buenos Aires e in particolare al nostro Direttore, i migliori auguri di buon lavoro.

Envie sus

Ingrese codigo de seguridad: