L'Argentina di origine italiana

28-06-2018 | Attualitá

Insegnamento dell’italiano in 27 scuole della Provincia di Cordoba

L’accordo è stato firmato dal governatore Juan Schiaretti e dall’Ambasciatore d’Italia Giuseppe Manzo, e coinvolge 5000 studenti in quella Provincia. Sarà una materia curricolare e con riconoscimento internazionale. In Ambasciata si prepara una giornata dedicata alle opportunità offerte da Cordoba alle aziende italiane. Fiat/FCA dona 45 motori per scuole tecniche

Il Governatore Juan Schiaretti e l'Ambasciatore d'Italia in Argentina Giuseppe Manzo hanno firmato venerdì scorso, 22 giugno, un accordo che consentirà a oltre 5000 studenti di 27 scuole della Provincia di Cordoba di studiare la lingua italiana come materia curriculare e vedersi riconosciuto il corso di studi anche a livello internazionale.

La firma si è svolta nella sede del Governo della Provincia dove il Governatore Schiaretti e l'Ambasciatore Manzo hanno concordato l’organizzazione di una giornata in Ambasciata dedicata alle opportunità di impresa e di commercio che la Provincia offre ad aziende italiane anche nel quadro dei grandi progetti infrastrutturali per la costruzione di strade, acquedotti, sistemi fognari ed edilizia scolastica. La visita si iscrive nell’ambito del programma “Italia 24”, che ha lanciato l’Ambasciata per stabilire o rilanciare i rapporti con ognuna delle province argentine. Nel quadro di tale programma, Cordoba ha un’importanza centrale.

La Provincia – ricorda l’Ambasciata – vede un'importante presenza italiana sul piano economico e la missione prevede un incontro dell’Ambasciatore presso lo stabilimento della Fiat/FCA che oggi ha donato 45 motori per le scuole tecniche di Cordoba.

La visita nella seconda città più grande di Argentina che ospita 70.000 cittadini italiani ha avuto  un momento  centrale negli incontri con i rappresenti della comunità italiana. Dopo aver incontrato il personale del Consolato Generale di Cordoba guidato da Tiberio Schmidlin e l'Istituto italiano di cultura, l’Ambasciatore ha partecipato sabato all’incontro “Intercomites” che riunisce i presidenti delle rappresentanze della collettività italiana in Argentina. “Dobbiamo riconoscere e valorizzare - ha scritto Manzo in un articolo pubblicato venerdì dal principale quotidiano di Cordoba - sia il ruolo storico della comunità italiana nella costruzione di questo Paese sia le opportunità di rinnovare nel futuro questo ruolo in tutti i settori”.

Una presenza ricca sia dal punto di vista culturale (oltre ad una sede dell’Istituto Italiano di Cultura c’è a Cordoba la Scuola Dante Alighieri e nell’interno della Provincia vari Comitati della Dante) cheda quello economico. Basti pensare che l’Italia èal primo posto nell’import della Provinca ed è la seconda destinazione della produzione cordobese. Gli investimenti italiani a Cordoba ammontano a 1,3 miliardi di dollari e danno lavoro diretto a 8000 persone 

 

Envie sus

Ingrese codigo de seguridad: