L'Argentina di origine italiana

28-06-2018 | Attualitá

Il 4 luglio alla Farnesina primo incontro del Sottosegretario Merlo con il CGIE

La plenaria del Consiglio generale degli italiani all’estero, sarà il primo appuntamento del nuovo Sottosegretario, quindi rappresentando il governo, con una espressione istituzionale degli italiani residenti fuori d’Italia. I temi all’ordine del giorno. I consiglieri del CGIE dell’Argentina hanno incontrato l’ambasciatore in Argentina, Giuseppe Manzo.

Il nuovo Sottosegretario agli Esteri, sen. Ricardo Merlo, avrà il suo primo incontro ufficiale con una rappresentanza istituzionale degli italiani residenti all’estero mercoledì prossimo, 4 luglio, quando inizierà la Plenaria del Consiglio Generale degli Italiani all’Estero, che delibererà alla Farnesina. Anche se la partecipazione del sen. Merlo non è stata ancora confermata ufficialmente, è quasi certa la sua presenza vista l’importanza che il CGIE riveste nei rapporti tra le comunità e la Farnesina. C’è da ricordare che lo stesso Merlo fu consigliere del CGIE tra gli ormai lontani anni 2004 e 2006, prima di essere eletto. Successivamente ha partecipato a numerose riunioni del Consiglio, compresa l’ultima plenaria, che si è tenuta quest’anno.

Al di la degli argomenti all’ordine del giorno, di per se numerosi, probabilmente il sen. Merlo coglierà l’occasione per parlare di tutti gli aspetti delle politiche per gli italiani all’estero (non ultimo quello relativo ai fondi) e farà riferimento al ruolo del CGIE che spesso è stato oggetto di attacchi da parte di esponenti di diversi partiti, compresi quelli che oggi sono al governo, che ora il sen. Merlo rappresenterà come interlocutore del CGIE. 

Il Consiglio generale degli italiani all’estero si riunirà alla Farnesina dal 2 al 6 luglio. I primi due giorni della settimana, come di consueto, saranno dedicati alle Commissioni tematiche e agli incontri con i parlamentari.

Convocata dal segretario generale Michele Schiavone, la plenaria inizierà mercoledì mattina nella Sala delle Conferenze Internazionali del Ministero degli Esteri, per concludersi nel pomeriggio di venerdì 6.

Intenso l’ordine del giorno: Messa in sicurezza del voto all’estero. Proposte per migliorare le procedure da adottare nella circoscrizione estero; Promozione della lingua e della cultura italiana all’estero e promozione integrata del Sistema Paese avviata dal MAECI. Proposta di riforma della Circolare XIII. Osservatori della lingua e della cultura - Attrazione degli studenti stranieri, semplificazione delle procedure e vademecum per i funzionari addetti ai visti nelle sedi diplomatico-consolari; Il mondo del lavoro e gli italiani all’estero. La nuova mobilità, come contrastare l’incremento delle partenze e applicazione della legge sul controesodo - Assistenza e previdenza, diritti e fiscalità per gli italiani all’estero.

E ancora: Contributi ai capitoli relativi alle politiche in favore degli italiani all’estero. Approvazione della circolare sui parametri per l’assegnazione dei contributi ai Comites cap. 3103/3106; La cittadinanza europea e l’Europa in movimento; Promozione del sistema Italia e dei suoi cittadini nel mondo. Servizi consolari, effetti della riforma della pubblica amministrazione all’estero e la digitalizzazione dei servizi; Lo stato della rete diplomatico-consolare all’estero e i Comites; Situazione delle comunità italiane nei paesi con forte criticità.

Durante la plenaria si farà il punto sui lavori preparatori di diversi appuntamenti: Cabina di regia Assemblea plenaria Conferenza permanente Stato-Regioni-PA-CGIE; Convegno sulle donne italiane all’estero; Le giovani generazioni e la mobilità, Workshop a Palermo; Convegno sull’informazione all’estero; L’associazionismo italiano all’estero tra tradizione, presente e futuro. Interventi legislativi per un suo rilancio e costituzione dell’albo nazionale.

La plenaria sarà infine chiamata ad approvare le deleghe ai consiglieri per rappresentare altri paesi di residenza – decise nelle continentali – e a discutere e approvare gli ordini del giorno presentati dai consiglieri.

 

I consiglieri del CGIE dell’Argentina con l’Ambasciatore Giuseppe Manzo

 

In vista della prossima riunione plenaria del Consiglio generale degli Italiani all’estero, in programma a Roma dal 2 al 6 luglio, il 21 giugno i consiglieri eletti in Argentina hanno incontrato l’ambasciatore italiano a Buenos Aires Giuseppe Manzo.

Guidati da Mariano Gazzola, che è vicesegretario per l´America Latina del CGIE, Juan Carlos Paglialunga (Bahia Blanca), Guillermo Rucci (La Plata), Gerardo Pinto (Lomas de Zamora), Rodolfo Borghese (Cordoba) e Marcelo Carrara (Mar del Plata) sono stati ricevuti dall’Ambasciatore e dal Consigliere d’Ambasciata per gli Affari Sociali ed Emigrazione, Omar Appolloni.

Durante l’incontro è stato fatto il punto della situazione dei servizi consolari e della loro digitalizzazione, senza dimenticare la promozione della lingua e cultura italiana nel mondo, il rapporto con le diverse Regioni e i progetti da portare avanti; si è discusso poi delle donne in emigrazioni, dei nuovi migranti in Argentina e della mobilita giovanile in generale anche in vista del Congresso dei Giovani Italo-Argentini per giugno 2019.

I consiglieri CGIE inoltre si sono riuniti con il coordinatore dell’Intercomites dell’Argentina, il Presidente del COMITES di Buenos Aires, Dario Signorini, con il quale hanno pianificato le prossime iniziative.

 

 

 

Envie sus

Ingrese codigo de seguridad: