L'Argentina di origine italiana

Due lutti Scalabriniani e nostri. Deceduti Luciano Baggio e Giuseppe Tomasi

Con pochi giorni di differenza sono partiti per la Casa del Padre i due sacerdoti, che si sono prodigati durante lunghi anni in favore degli emigrati italiani - e di altre nazionalità - residenti in Argentina, Cile e Uruguay.

Nell’Università di Mar del Plata la prima cattedra diretta allo studio dell’Italicità

Partirà nel mese di marzo, con docenti argentini e italiani. La Cattedra Aperta “Cultura Itálica y Glocalización” - prima al mondo - servirà a studiare, dibattere e diffondere l’Italicità, la sua influenza in Argentina e in altri Paesi e le possibilità che si aprono di lavorare alla presa di coscienza di una comunità italica globale. Non solo nelle aule universitarie, ma anche attraverso altre iniziative, compreso il turismo culturale e delle radici. Per l’occasione è venuto dall’Italia il prof. Riccardo Giumelli, docente presso l’Università di Verona.

Monumento a Colombo, campa cavallo che l’erba cresce

I lavori del restauro e messa in sicurezza del monumento non sono stati completati, ma un’altra volta è stato abbandonato dalle autorità argentine di turno. Vane le richieste fatte dai nostri rappresentanti, a dimostrazione dell’irrilevanza che la nostra comunità ha per le autorità e per la società argentina. Ora il molo dove è stata innalzata l’opera diventa cantiere delle opere di ampliamento dell’aeroporto e Colombo è circondato dai detriti. Nemmeno il prossimo 12 ottobre ci sarà l’inaugurazione. Ma proprio per quella data si annuncia un convegno su restauro e conservazione del patrimonio culturale, organizzato da Ambasciata e IIC. Chissà se qualche esperto internazionale parlerà del “Caso Colombo”.

Marcinelle: Mattarella, coraggio dei migranti in terra straniera

Il messaggio del Capo dello Stato nella Giornata del Sacrificio del Lavoro Italiano nel Mondo. Il ministro degli Esteri, Enzo Moavero Milanesi, si è recato in Belgio per partecipare alle cerimonie di commemorazione della tragedia nella miniera belga

62 anni di Marcinelle. Merlo, a lavoro perché partire sia una scelta

“Dai loro sacrifici e dalla loro forza d’animo – scrive Merlo – le seconde e le terze generazioni di connazionali sparsi nel mondo hanno saputo trarre esempio e stimolo e, crescendo con i valori dei padri, sono diventate l’orgoglio imprenditoriale del nostro Paese. La Giornata del Sacrificio del Lavoro Italiano nel Mondo, fortemente voluta da Mirko Tremaglia, andato personalmente a Marcinelle ogni anno”.

Ricardo Merlo e “il segreto del suo successo”

Una carriera politica iniziata giovanissimo in seno alla collettività, ora coronata con la nomina a Sottosegretario agli affari esteri del nuovo governo. Perseveranza, fiuto, intelligenza, le caratteristiche di un “animale politico”, come venne definito qualche anno fa. Oppure, parafrasando la stampa italiana ai tempi della Dc, “un cavallo di razza”. Di WALTER CICCIONE

Altre notizie