L'Argentina di origine italiana

18-04-2017 | Attualitá

Interessante dialogo tra l’italiano Campagna e l’argentina Pantanelli nel primo incontro di “Un mar de libros”

Si è tenuto presso Menéndez Libros ed è stato moderato da Renata Bruschi. Ciclo per celebrare i 40 anni di TRIBUNA ITALIANA

Dal giallo al noir, dal Mediterraneo al Plata, un unico mare che unisce popoli, sentimenti, esperienze, culture. E’ “Un mar de libros” una iniziativa di Renata Bruschi, che l’ha lanciata insieme a Beatriz Raffo e Carla Giampaolo per celebrare il 40º anniversario di TRIBUNA ITALIANA, espressione, giustamente, dell’incontro culturale tra italiani e argentini.

“Un mar de libros”, ciclo di incontri tra scrittori italiani e argentini, da tenersi nei locali di alcune rinomate librerie di Buenos Aires – luoghi emblematici della cultura di questa città - ha avuto il suo primo appuntamento lunedì 3 aprile presso Menéndez Libros e ad esso hanno preso parte l’italiano Gian Luca Campagna e l’argentina Flavia Pantanelli.

La Menéndez Libros è una ben nutrita libreria, con un salone di 250 mq, in quella che fu una fabbrica di cucine, in pieno centro della Capitale Paraguay 431, in un edificio in stile art decò degli anni ’20 del secolo scorso.

La prof.ssa Bruschi, docente della Scuola Cristoforo Colombo e ricercatrice nel campo della presenza italiana al Plata e dei rapporti tra i due paesi in campo letterario, ha presentato gli autori e moderato i loro interventi, che hanno girato intorno al noir, categoria dei racconti polizieschi. In essi al lettore vengono offerte storie misteriose, paurose, violente, che hanno un collegamento profondo con la realtà, lasciandogli la sensazione  mai rassicurante di non sapere dove finisce la finzione e dove invece si imbatte con la realtà. 

Gian Luca Campagna è giornalista e scrittore e aprendo il suo intervento ha letto alcune pagine del suo ultimo libro Finis terrae, suo romanzo noir, che ha scritto partendo da un fatto di cronaca avvenuto a Latina, città dove risiede e dove presiede un festival letterario, dedicato, appunto, al noir. L'autore ha parlato della duplice esperienza di giornalista e scrittore, dilungandosi inoltre sulla costruzione del noir

Anche Flavia Pantanelli ha letto un pezzo della sua ultima opera,"Carne" , basato su un caso realmente avvenuto in Argentina sulla scomparsa di una ragazza e sulla lotta di sua madre per riscattarla dalle mani dei trafficanti di persone..  Pantanelli ha spiegato le caratteristiche del noir in Argentina e come Campagna, ha dialogato con la prof.ssa Bruschi e con il pubblico.

Una bella esperienza che continuerà fra poche settimane con un nuovo appuntamento in una libreria di Buenos Aires.

Comentarios

Envie sus Comentarios

Ingrese codigo de seguridad: