L'Argentina di origine italiana

24-01-2018 | Attualitá

Elezioni 4 marzo, le altre liste: UNITAL, USEI, M5S, Civica Popolare, centrodestra, LeU

Il verdetto definitivo sulla quantità di liste che si presenteranno nella ripartizione America Meridionale, si conoscerà lunedì prossimo, quando si chiuderà il termine per l’accettazione delle liste.

Il MAIE ha già raccolto le firme necessarie alla presentazione della lista che parteciperà alle elezioni del 4 marzo, nella ripartizione America Meridionale. Anche il Partito democratico ha completato la lista di candidati. Oltre a loro c’è tanta attività tra le altre compagini politiche che vogliono conquistare almeno uno dei quattro posti alla Camera, visto che per i due scranni nel Senato destinati al Sudamerica, secondo una prima valutazione, dovrebbero essere conquistati da Ricardo Merlo  e Fabio Porta.

La Circoscrizione Estero infatti, secondo la Costituzione, assegna dodici posti alla Camera e sei al Senato. Che vengono distribuiti secondo il numero di cittadini iscritti all’Anagrafe degli Italiani all’Estero (AIRE), in ognuna delle quattro ripartizioni in cui viene diviso il mondo: Europa (due senatori e cinque deputati), America Settentrionale e Centrale (un senatore e due deputati); America Meridionale (due senatori e quattro deputati); Africa, Asia, Oceania e Antartide (un senatore e un deputato).

Nelle elezioni del 2013 il MAIE conquistò due deputati e un senatore, il Pd un deputato e un senatore e l’Usei un deputato.

L’USEI di Eugenio Sangregorio punta ad assicurare una vittoria, al quarto tentativo dell’imprenditore, al fondatore del partito. Nella precedente tornata elettorale riuscì a conquistare un seggio alla Camera, ma Renata Bueno, che faceva parte della lista dell’USEI, raccolseun numero di preferenze che superò quelle ottenute da Sangregorio. Ora l’imprenditore vuole assicurarsi che l’onore di conquistare un posto alla Camera per il suo partito, diventi anche una sua soddisfazione personale.

Oltre a Sangregorio, per la Camera l’USEI propone Horacio Busso, Dino Novello, Stefano Casini, Antonio Occhiato, Claudio Tortolani e Onofrio Iuzzolino, consigliere del Comites di Buenos Aires. Mentre al Senato i candidati sono Francisco Nardelli, dirigente di Bahía Blanca che nel 2013 fu candidato del Pd, Evaldo Visentini, Adriano Cario e Victor Moya.

Come l’USEI, anche il nuovo soggetto politico UNITAL (Unione Tricolore America Latina), ha già raccolto le firme necessarie per presentare una lista per le elezioni del 4 marzo, per la Camera. In testa alla lista uno storico dirigente della collettività italiana, il presidente del Comites di Morón, Francesco Rotundo. Candidato già in tutte le precedenti elezioni nelle liste del centrosinistra (storico segretario del Pd in Argentina, pochi mesi fa si è dimesso in disaccordo con la politica per gli italiani all’estero del governo di centrosinistra), questa volta Rotundo ha deciso di correre da solo in testa ad una lista civica e associativa, della quale fanno parte inoltre Antonio Morello, dirigente della collettività italiana in Buenos Aires, consigliere del Comites locale e Leonardo Schifani, attivo viceconsole onorario d’Italia in Zarate, incarico dal quale ha chiesto di essere temporiamente sospeso, come richiesto dalle norme, per partecipare alla campagna elettorale.

C’è poi il movimento Passione Italia, costituito dalla deputata Renata Bueno, eletta nel 2013 nella lista dell’USEI, ma ra correrà col suo movimento. L’on. Bueno si trova a Buenos Aires per sondare il terreno e completare la lista. Nella sua lista c’è già Silvia Alciati, e Passione Italia fa parte della lista Civica Popolare della ministro della Sanità del governo Gentiloni, Beatrice Lorenzin.

Altri partiti italiani presenteranno liste. Il centrodestra, con un simbolo nel quale ci sono i tre leader del gruppo, Silvio Berlusconi di Forza Italia, Matteo Salvini  della Lega e Giorgia Meloni di Fratelli d’Italia. LeU, il nuovo partito della sinistra creato da D’Alema, Bersani e altri ex Pd, che propone Pietro Grasso, candidato premier ha sondato quest’area del mondo, con Claudio Bernabucci, responsabile del Dipartimento degli Italiani nel Mondo di Liberi e Uguali.

Infine il Movimento 5 Stelle, che secondo alcuni sondaggi potrebbe essere il primo partito nelle elezioni del 4 marzo, ha reso noto i nomi dei suoi candidati nella Circoscrizione Estero. Nella lista per l’America Meridionale, ha candidato per le elezioni alla Camera:  Paolo Grasso, Ivana Mainenti, Roberto Iuretigh, Claudio Barracu. Quest’ultimo fu candidato anche nelle elezioni del 2013. Per Palazzo Madama i candidati cinquestellati sono:  Antonio Enea Romano e Tommaso Bellone.

Lunedì prossimo alle 20 scadrà il termine per la presentazione delle liste di candidati alle elezioni del 4 marzo. Solo allora si saprà quante liste si presenteranno nell’America Meridionale e i nomi dei candidati.

Comentarios

Envie sus Comentarios

Ingrese codigo de seguridad: