L'Argentina di origine italiana

22-10-2014 | Attualitá

Il Presidente del Senato, Pietro Grasso, in Argentina

Ha incontrato il collega argentino Boudou, ha consegnato l’ultimo faldone degli archivi consolari sui desaparecidos. Insignito con la Laurea Honoris Causa dalle Università di Buenos Aires e del Salvador. Conferenze e un incontro con esponenti della nostra comunità.

Si  trova in Argentina per una visita istituzionale, iniziata giovedì scorso, il presidente del Senato della Repubblica, Pietro Grasso.

Iniziata agiovedì scorso, la visita comprende incontri con i massimi esponenti politici, istituzionali e giudiziari del Paese e con la collettività italiana, profondamente radicata nell’imprenditoria, nella cultura e nella vita sociale. La visita del presidente Grasso - si legge in una nota di Palazzo Madama - si propone di rafforzare ulteriormente i rapporti e i legami politici, istituzionali, economici e sociali con un paese nel quale oltre metà della popolazione ha origine italiana.

Nel corso della visita il presidente lancerà inoltre alcune tra le iniziative di cooperazione culturale e accademica portate avanti dall’ambasciatore d’Italia a Buenos Aires, Teresa Castaldo, e consegnerà al governo argentino l’ultima tranche dei documenti conservati negli archivi del ministero degli Esteri italiano relativi a casi di desaparecidos di origine italiana.

Il presidente Grasso, accompagnato dall’ambasciatore d’Italia Teresa Castaldo, dal senatore italiano Claudio Zin e dal deputato italiano Fabio Porta (entrambi eletti in Sudamenrica) ha visitato il Senato argentino, dove è stato accolto dal suo collega, Amado Boudou e dai senatori argentini María Laura Leguizamón, Ruperto Godoy e Daniel Pérsico dal deputato argentino Omar Perotti. Durante la riunione si è parlato della cooperazione tra i due organi parlmamentari.

Il presidente del Senato ha incontrato in successive riunioni il ministro coordinatore del gabinetto presidenziale Jorge Capitanich insieme al segretario generale della Presidenza Oscar Parrilli e in un’altra riunione, il ministro degli Esteri dell’Argentina, Héctor Timmerman. Durante le riunioni, nelle quali Grasso è stato accompagnato dall’ambasciatrice d’Italia a Buenos Aires, Teresa Castaldo, sono stati trattati argomenti d’interesse comune nella relazione bilaterale

Ieri mattina il presidente Grasso ha avuto un incontro con esponenti della comunità italiana, nella sede dell’Istituto Italiano di Cultura.

Il presidente del Senato italiano, è stato insignito della laurea honoris causa dalle univeristà di Buenos Aires e del Salvador.

Nella cerimonia all’UBA, Grasso ha tenuto una lectio magistralis sul tema “La democrazia liberata: contro la corruzione e il crimine”, mentre in quella che terrà nell’Università del Salvador,  sarà sul tema “La ricerca della verità tra la giustizia e la fede”.

Per chiudere la su visita in Argentina, il Presidente del Senato italiano e consegnerà al ministro Timmerman l’ultima tranche dei documenti conservati negli archivi del ministero degli Esteri italiano relativi a casi di desaparecidos di origine italiana.

Foto dal sito di Palazzo Madama

 

Comentarios

Envie sus Comentarios

Ingrese codigo de seguridad: